Pensioni d’oro, Giordano vs Dini: “Prendi 30mila euro al mese, non è giusto”.

Share Button

Pensioni d’oro, Giordano vs Dini: “Prendi 30mila euro al mese, non è giusto”.

Scontro a ‘di Martedì’ (La7) sul tema delle pensioni d’oro tra il direttore del Tg4, Mario Giordano, e l’ex premier Lamberto Dini.

All’affondo di Mario Giordano: “Presidente Dini, prende 30 mila euro lordi al mese di pensione”,che sottolinea come la cosa non sia per niente giusta rispetto a tutti gli italiani che prendono 500 euro o meno al mese.

L’ex presidente del Consiglio replica: “Pago il 62% di tasse sulla mia pensione, i miei primi contributi sono stati pagati nel 1957. Li ho pagati per 53 anni. La pensione non è rubata”.

Laconica la chiusura del giornalista che chiude con: “Non è rubata, ma è ingiusta. E’ ingiusta”.

fonte: qui

Share Button

Giulietto Chiesa: “La Francia è uno stato terrorista, i servizi segreti hanno armato gli attentatori”

Share Button

Giulietto Chiesa: “La Francia è uno stato terrorista, i servizi segreti hanno armato gli attentatori”

Giulietto Chiesa sostiene che gli attentati dello scorso 13 novembre abbiano come mandante lo stesso governo francese. E che il Ministro degli Interni francese abbia posto il segreto di Stato per sugli attentati di Charlie Hebdo affinché non risultasse che era stata la stessa Francia ad armare Isis.

Non è colpa di Isis, esordisce: “Il califfo è l’ipostasi delle nostre credulità”. Ci sono delle connivenze francesi, continuano i nostri conduttori, con gli attentati terroristici avvenuti nell’ultimo anno?

“L’indagine su Charlie Hebdo sono state fermate e chiuse invocando il segreto militare dal ministro dell’interno francese Cazeneuve per nascondere il fatto che erano tutti parte di uno stesso giro che avevano ricevuto le armi dal ministero dell’interno, o meglio della polizia”.

E continua: “E’ evidente che ci sono dei servizi segreti che giocano contro il paese del quale dovrebbero fare il servizio. Altrimenti perché il ministro dell’Interno francese ha chiuso l’indagine invocando il segreto militare”

Si tratta di agenti provocatori? Chiedono i conduttori. “Com’è possibile una cosa del genere, considerando che Hollande è in calo di consensi”, puntualizza Parenzo.  “Il governo francese presieduto dal signor Hollande è responsabile di un crimine internazionale. I morti di Parigi devono chiedere conto al loro stesso governo. La Francia che ha subito quello che ha subito è un paese terrorista che ha attaccato indebitamente e a più riprese la Libia e la Siria”.

fonte: qui

Share Button

Gino Strada: “Fanno un’anestesia al nostro cervello, raccontandoci bugie. Ogni popolo ha la sua forma di terrorismo” (Video)

Share Button

Gino Strada: “Fanno un’anestesia al nostro cervello, raccontandoci bugie. Ogni popolo ha la sua forma di terrorismo” (Video)

La guerra on è mai giusta. Fanno un’anestesia al nostro cervello, raccontandoci bugie. Ogni popolo ha la sua forma di terrorismo”

Se chiedi ad un ragazzo americano cos’è il terrorismo ti dirà l’11 settembre….

E pensate che anche se in Italia è “poco considerato dai media”, ieri a Seul, in Corea del sud, Gino Strada, chirurgo e cofondatore di EMERGENCY, ha ricevuto il Premio “Sunhak Peace”, assegnato ogni anno a individui e organizzazioni che si sono distinti per l’importante contributo alla pace e allo sviluppo umano. “Le cure offerte in prima linea alle vittime dei conflitti”, “la difesa dei diritti e della dignità delle persone attraverso la garanzia del diritto alla cura”, “l’impegno culturale contro la guerra e per la messa al bando delle mine antiuomo”: sono queste le motivazioni che hanno portato all’assegnazione del premio a Gino Strada. Dall’anno della sua fondazione nel 1994, EMERGENCY ha offerto cure gratuite e di alta qualità a 8 milioni di persone in 17 Paesi.

Il peso delle enormi disuguaglianze. “E’ un onore per me ricevere il premio Sunhak Peace, specialmente in un momento storico segnato sempre più da guerre e violenze, nel quale parlare di pace viene percepito come irreale e utopico” ha detto Gino Strada durante il discorso di premiazione. “Otto individui detengono la stessa ricchezza di 3,6 miliardi di persone, metà della popolazione mondiale. Nel frattempo, ogni giorno, 1 persona su 9 va a letto affamata. Siamo ancora sorpresi che sempre più esseri umani intraprendano viaggi pericolosi e lottino per cercare un futuro migliore? Chi è stato costretto ad abbandonare la propria casa aveva il sogno di vivere in pace, siamo sordi di fronte alle loro speranze” ha spiegato. Avere chiaro il valore della vita di ognuno. Il premio “Sunhak Peace” 2017 vuole contribuire alla ricerca di una soluzione pacifica alla più grande crisi dei rifugiati dall’epoca della Seconda guerra mondiale: nel 2015 oltre 65 milioni di persone sono state costrette ad abbandonare le proprie case a causa di conflitti, persecuzioni e violazioni dei diritti umani. “È necessario per noi cittadini di tutto il mondo avere chiaro il valore della vita di ciascun essere umano. Attraverso la solidarietà e la cooperazione dobbiamo risolvere questo problema insieme” spiega Il-Sik Hong, ex Presidente dell’Università di Corea a Seul e Presidente del Comitato del Premio “Sunhak Peace”.

Guardate il video di qualche anno fa ed ascoltate il grande Gino Strada:

Share Button